Logo de ibercampus.it    Acceder a la versión normal
Ir a la noticia anteriorIr a la portadaIr a la siguiente noticia
Dibattiti
Le macchine elimineranno gli uomini?

    


Il dibattito tra catastrofisti e progressisti si è riacceso dopo l´appello di Stephen Hawking dello scorso dicembre: il continuo progresso tecnologico e informatico può portarci all´autodistruzione? In 400 hanno firmato un appello per lo sviluppo controllato.

Il tema della creatura che si ribella al creatore è uno dei più antichi nella storia di tutte le letterature, e di certo uno dei più reiterati: senza scomodare Adamo o il mostro di Frankenstein, ci possiamo accontentare di rivisitazioni più recenti, come i replicanti di Blade Runner, i technothriller di Michael Crichton (Jurassic Park, Preda...) o il supercomputer senziente di Io, robot - film con Will Smith che ha poco a che vedere con l´omonimo libro di Asimov. 

Proprio in un contesto di fantascienza non troppo lontana è giunta la dichiarazione di Stephen Hawking dello scorso dicembre, che ha lanciato un appello inequivocabile al mondo scientifico: "Lo sviluppo di una piena intelligenza artificiale può innescare la fine del genere umano" avrebbe dichiarato il fisico britannico in un´intervista della Bbc, per poi aggiungere "Credo che rimarremo in controllo della tecnologia per un tempo decentemente lungo". Cosa che non sembra consolare troppo alcuni scienziati. 

Infatti, le dichiarazioni di Hawking hanno dato nuova vita al dibattito sui potenziali effetti catastrofici dello sviluppo tecnologico incontrollato. La domanda di base rimane sempre la stessa: la creazione di macchine provviste di intelligenza e forza superiore alla nostra non è forse controproducente?  Ne sembra convinto Elon Musk, della Tesla Motors, secondo cui le intelligenze artificiali sono "potenzialmente più pericolose delle armi nucleari". 

Punto di vista completamente opposto rispetto a quello "neopositivista" di Larry Page, di Google - che insieme alla Tesla Motors sta mettendo a punto un prototipo di auto che si guiderà da sola - o di altri scienziati su posizioni più romantiche, secondo cui la mancanza di sentimenti e originalità nelle macchine ci consentirà comunque di controllarle. 

Ad ogni modo l´appello non è rimasto inascoltato, come dimostra la raccolta di 400 firme di scienziati e ricercatori, promossa da Future Life Insitute: tra i firmatari troviamo lo stesso Hawking, oltre a esperti di tutte le fazioni, uniti per evitare sgradevoli derive catastrofiche per la ricerca nel campo delle intelligenze artificiali.

Noticias de portadaOtros artículos de Dibattiti
Garanzia Giovani, come funziona?
Quando è cominciata la questione dei giocatori oriundi in nazionale?
Quali sono le più belle università al mondo?
Cosa succede agli account Facebook dei morti?
Riforma costituzionale. Razionalizzazione del sistema o deficit democratico?
© 2019  |  www.ibercampus.it   | Powered by 
Política de cookies  |  Política de privacidad
Ir a la noticia anteriorIr a la portadaIr a la siguiente noticia